Milano s’alza: come saranno le Torri di Porta Nuova?

Milano va in vacanza, quasi tutta, e si alza, si alza si alza, tocca il cielo e cambia lo skyline, tanto che, quando andremo al Planetario non riconosceremo più i profili della “vecia Milàn”. Ma che succederà? Succederà, anzi, già succede che la Torre Isozaki, quel colosso che troneggia nella nuova ed avveniristica CityLife, arriva a 202 metri di altezza, 50 piani ed una capacità di 3800 persone da poter ospitare in vista di Expo 2015. Che si avvicina. Ahhh… se si avvicina!

Dentro la torre, progettata dall’architetto giapponese Arata Isozaki, saranno ospitati gli uffici milanesi del gruppo assicurativo Allianz (investitore istituzionale di CityLife).

Chi l’ha costruita? Colombo costruzioni spa – circa 400 uomini impiegati al giorno con un coinvolgimento complessivo, dall’inizio dei lavori a luglio 2012, di circa 1.500 addetti e 115 ditte subappaltatrici.

E le altre due torri?

Quella di Zaha Hadid ospiterà la sede di Generali e dovrebbe essere consegnata alla fine del 2017. Quella firmata dall’altro archi-star Daniel Libeskind dovrebbe essere ultimata alla fine del 2018.

“Il costo di costruzione di questa prima torre si aggira intorno ai 160/170 milioni di euro a cui vanno aggiunti i costi accessori” leggo da Ansa.it. Ma quanto costerà questo a Milano? Arriveranno davvero frotte di turisti ed esperti ad ammirarle, facendo del bene alla nostra città? Solo il tempo lo dirà. O il cielo toccato dalle torri.

Agosto Ad Artem a Milano: itinerari in città ogni giovedì del mese

I giovedì di Milano ad Agosto si tingono Ad Artem.

E’ questo il nome delle guide che tutti i giovedì sera, ore 19.15 ed al costo di 10 euro (su prenotazione*), delizieranno quanti rimarranno in città o decideranno di approfittare della calma (lo sarà davvero??) meneghina per approfondire la conoscenza con la “Madunina”.

Sono itinerari cittadini. Sono occasioni d’estate tra passato e presente, piazze strade edifici e monumenti.

Ecco il programma per chi si fosse perso il primo momento, il 24 luglio, alla scoperta della Milano del Novecento.

IL QUARTIERE DI PORTA NUOVA – 7 agosto ore 19.15
Da Piazza della Repubblica, all’ombra dei primi due grattacieli del dopoguerra, parte un itinerario alla scoperta di uno dei quartieri della città in maggiore trasformazione: scoprendo le modernissime architetture della Torre Diamante, di piazza Gae Aulenti, con la vista sul Bosco Verticale e sul nuovo palazzo della Regione, e della sede di Eataly nella struttura dell’ex Teatro Smeraldo si rivela il nuovo volto della città, proiettata verso Expo2015.

LA ZONA TICINESE – 21 agosto ore 19.15
Partenza dalla Basilica di San Lorenzo per esplorare la parte più antica della zona dei Navigli. Tra storia, arte e folklore in quello che una volta era il centro nevralgico della Milano d’acqua.
Passeggiando fra le basiliche di S. Lorenzo e Sant’Eustorgio, fra l’antica Conca del Naviglio e il pittoresco vicolo dei Lavandai, scopriremo l’insediarsi della prima comunità cristiana a Milano e il culto delle reliquie dei Re Magi, la storia della colonna infame di manzoniana memoria, e le particolarità del sistema dei Navigli, alla cui progettazione aveva partecipato anche Leonardo da Vinci.

LA ZONA DI VIA TORTONA – 28 agosto ore 19.15
La zona di via Tortona, una volta sede di opifici e piccole fabbriche, è ora punto di riferimento per quanto riguarda il design e l’architettura, riconfermandosi come una zona dalla vocazione produttiva e creativa. L’itinerario con partenza davanti agli edifici ex Ansaldo, fra storia e innovazione, permette di conoscere le moderne realizzazioni dell’Hotel Nhow, del Superstudiopiù e gli spazi dell’ex Ansaldo, che ospitano le officine del Teatro alla Scala nonché il nuovissimo Museo delle Culture, la cui architettura è firmata da David Chipperfield.

[Continua dopo il salto]

LOW-ph. Navigli-Scoperta di Milano, photo credit Milano06

 

*Prenotazioni online fino a pochi minuti dalla visita www.adartem.it o telefonica dal lunedì al venerdì tel. +39.026596937

Buona Milano, contemporanei! 🙂