Milano Tweed Ride. Una domenica vintage-contemporanea in bicicletta

Contemporanei amanti del vintage, di Milano e delle biciclette, siete pronti per una nuova edizione di Tweed Ride? Per il secondo anno consecutivo è supportato da Avirex.

Qualcuno avrà avuto un assaggio del progetto nelle ultime settimane, grazie al Vintage Festival by Vintage Factory. Qualcun altro, stamattina, se si concederà una passeggiata per le vie di Milano vedrà sfrecciare dandy, damine e signorotti con basco e look retrò.

Perché anche quest’anno quello del Tweed Ride non sarà solo un appuntamento, ma apparirà sotto il cielo della Madonnina come una festa in bici e con abiti vintage “per condividere la naturale eleganza della bicicletta”, dicono da Avirex, punto di partenza della “competizione stilosa riservata a mezzi e abiti” (sotto, form e regole di iscrizione).

La gara è aperta alle bici dal 1900 al 1990, da passeggio o da corsa anche nuove ma dall’estetica vintage. Alla pedalata invece si può partecipare con ogni tipo di bici, l’abbigliamento per la competizione sarà di tipo Inglese ed Italiano dai primi del ‘900 fino ai forties, compreso abbigliamento vintage da corsa.

Le categorie di premi in gara saranno:
Best Dressed Lady, Best Dressed Gentleman, Best Bicycle, Best Moustache, Best Cake, Best Group

Tweed Ride dall'evento di Padova. Ph. Riccardo Carraro

Tweed Ride dall’evento di Padova. Ph. Riccardo Carraro

La premiazione, il rinfresco e la musica saranno per l’occasione ospitati nello showroom Avirex di via Comelico, 24
L’evento ha lo scopo di dimostrare che la bici è la vera alternativa urbana ad una città come Milano che merita una dinamica più sostenibile. E’ anche e soprattutto un momento di solidarietà infatti parte dei ticket di iscrizione saranno devoluti in beneficenza alla Onlus ProAdamo.

Percorso della pedalata:
Ritrovo – Iscrizioni Offline e Consegna Pacchi gara
Ore 10.30: Corso Europa c/o negozio Avirex
Partenza per il ride prevista entro le ore 11.30 da Piazzale San Babila
Tappe nei luoghi caratteristici della città di Milano: Basilica di Sant’Ambrogio, Duomo, Quartiere Liberty
Arrivo c/o il quartier generale di Avirex in via Comelico, 24 ore 13.30
Portate qualcosa di buono da condividere tutti insieme!! Alle bevande invece ci pensano Bibite Paoletti & Berlucchi!!
Costo di iscrizione: 10 euro.

Dress Code:
Graditi pantaloni alla zuava, bretelle, maglie e giacche sulle tonalità marrone e marroncino per gli uomini. Per le donne non servirebbero suggerimenti, tuttavia se non trovate l’outfit giusto, provate a farvi ispirare dalle atmosfere della Belle Epoque, dai film in bianco e nero, fino ai primi anni ’50 (ma senza andare oltre!).

Video makers:
Gli organizzatori stanno cercando video makers esperti che siano disposti a devolvere un’ora del proprio tempo per catturare l’essenza dei nostri Tweed Ride autunnali (Padova, Milano, Roma) così come gli edifici principali e i punti di riferimento lungo i percorsi delle pedalate. Caratteristiche di base dei filmati: DSLR 25 fps, 1080p, in 16:9. Il nostro team tecnico poi modificherà i filmati pervenuti per produrre un incredibile docu-film! Garantiamo credits in coda a tutti i video makers. Se siete interessati o conoscete qualcuno che può esserlo potete email: video@tweedride.it

 

VAI DIRETTAMENTE ALLA FORM DI ISCRIZIONE

 

E se avete piacere googlateci, twittateci, instagrammateci, feisbucccateci la vostra Tweed Ride!

Per ulteriori info: clicca qui.

Buona domenica contemporanei!

Milano in bicicletta: start-up da cinema, che sciuik!

A Milano sono tutti pazzi per la bicicletta.

Sarà che il costo della benzina è alle stelle, che la manutenzione di un’auto – peraltro imparcheggiabile tra Area C & compagnia bella – è un vero salasso ogni mese.

Sarà che il clima di austerity ha contagiato tutti con un vero ritorno ai piaceri del vintage style.

Sotto il cielo della Madonnina sfrecciano bici di tutti i tipi, dalle BikeMi a quelle personalizzate-chic, da quelle d’autore, sartoriali, a quelle realizzate da giovanissimi appassionati desiderosi di mettersi “à lavurà” quando di lavoro ce n’è poco ma di idee e voglia… ah, quelle sono sempre tante.

Luca Rossotti, per esempio, dopo 28 anni nell’ICT ha detto addio a pc e scrivania e su Facebook ha celebrato con orgoglio il primo cliente del suo Biciclette – Velo Station Milano Cenisio. Al numero 50 dell’ominima via (Quartiere Bullona) ha aperto un negozio di BICICLETTE in FRANCHISING con due ruote e promozioni di ogni tipo: cityBike, pieghevoli, per i pigroni dedicati pedalata assistita, modelli da bambino, trekking, MTB, da strada, accessori e molto altro. Per informazioni: qui.

Per i più chic ed esigenti, Sartoria Cicli è una realtà dal 2012 realizza due ruote come fossero un vestito: in cuoio, alluminio, pelle, dettagli cuciti a mano. Non è un’esagerazione, ma i vecchi modelli rivivono in soluzioni performanti, high tech, ergonomiche e che sono autentici figurini, biciclette vestite come per una grande serata, e con una predilezione per il Tweed.
Per informazioni: qui.

Sartoria Cicli

Di tutt’altro spirito ma comunque 100% custom le “cattivissime” bici dei Goodfellas Custom Bicycle Brigade, veri pirati della creatività e straordinari artigiani che intorno al loro mondo tutto pelle e tatoo hanno creato una crew di appassionatissimi. Ecco come contattarli.

Li ritroveremo tra i protagonisti del Bicycle Film Festival, il festival del cinema delle due ruote che, dopo aver girato tutto il mondo e prima di ripartire verso una nuova tappa worldwide, dal 13 al 15 dicembre sarà di scena a Lambrate presso:

@ STREET STUDIO – via Gaetano Sbodio, 30/6
@ VENTURA 15 – via Ventura, 15
@ CAVALCAVIA – via Rubattino
@ EXBAZZI – via Dei Canzi, 19

Ma ci torneremo. E… e se la bici si rompe in pieno inverno?

Goodfellas Custom Bicycle Brigade

L’ultima “buona nuova” da Milano è che il 26 enne Angelo Paparatto da laureando fuori sede in giurisprudenza ha sfruttato il suo amore per la bici trasformandosi in “meccanico per bicilette a domicilio”, raggiungibile via cellulare, sms o e-mail.

I ben informati dicono che ripari in giornata e con pochi euro. Basta digitare “Biciangelo A Domicilio Milano” e si trovano agilmente i suoi contatti.

Andare in bici con questo ” frecc”? Beh, di mercatini dove trovare cappelli e guanti ve ne stiamo segnalando un po’: Hop hop hop!

Milano vintage: all’Isola ci si rifà barba e baffi

Milano è vintage. Il Quartiere Isola ancora di più. Se il Tweed Ride non vi è bastato e non vedete l’ora del prossimo “Twist&Shout“, allora, cari maschietti (o femminucce che voleste portarli dal parrucchiere con un pratico coupon) questo indirizzo è per voi.

Via Thaon de Revel 3. Bullfrog. Modern Electric Barber.

L’indirizzo è contemporaneo, l’interno, firmato anche dallo storico marchio fiorentino di prodotti per la rasatura Proraso fa fare un tuffo nel passato e schiude una barbieria vintage milanese in pieno stile americano.

Due le workstation dedicate: una in stile anglosassone ed un po’ retrò – si passa sotto le forbici dell’italianissimo “barber” Davide -;  l’altra più modaiola all’americana stile Chicago anni ’20 è del canadese Tristan.

Eppure, intorno a quelle postazioni girano non solo i clienti ma anche serate ed eventi a tema; special guest e guru del settore che ciclicamente vengono invitati dal “team”; corsi per imparare l’antica tecnica del barbiere direttamente dalle mani degli insegnanti-barbieri del team Bullfrog e poi, per fare la “barba e baffi a tutti”, un blog-guida che Proraso sta realizzando con Bullfrog.

E se quello che conta è il risultato…

allora buon taglio! Per i look c’è tutto un mondo da esplorare e tra locali, scuole di ballo e negozi di abbigliamento Milano si fa sempre più vintage.

Milano come una volta: appuntamenti in tweed e immagini dell’altro mondo

Chi ha detto che per essere chic ed un po’ bon ton bisogna atteggiarsi a signori d’altri tempi o giocare con lo stile? L’eleganza, soprattutto in una Milano messa a ferro e fuoco dal fashionume scalpitante per l’imminente Fashion Week, è una questione di DNA e di creatività. Lo sanno bene in casa Avirex, che ai più attenti tra i meneghini ha regalato una DomenicAspasso in bicicletta. In stile @Milanoin? Non solo. In stile tweed.

Parola d’ordine per una domenica: Tweed Ride. Solo check scozzese, cappellini con veletta, occhialini tondi e blazer color kaki – oltre che le ghette e le sottogonne ampie per le signorine. Bambini coi baffi disegnati sotto il naso, vezzose “sciure” in crêpe de chine e uomini con il cappello hanno pedalato per le vie del centro fino all’headquarter di Avirex – quello dei chinos di Top Gun, tanto per intenderci, in via Comelico – regalandosi un momento di divertimento e, cosa ancora più interessante, uno spettacolo d’altri tempi per le vie di una strana Milano di fine agosto. Ma non è tutto.

In mezzo a dame e cavalieri di altri tempi, in mezzo alle storie da Milano Film Festival e alle avventure di una Milano contemporanea e sempre un po’ retrò, si nasconde un evento sportivo di primo rilievo, internazionale, quanto gratuito.

MILANO tweed ride 01

Da mercoledì 11 a domenica 15 settembre la centrale Piazza d’Armi della Caserma Santa Barbara, un terreno di gioco nato nel 2011 grazie alla collaborazione tra il Milano Polo Club e l’ANAC (Associazione Nazionale Arma di Cavalleria) ospita per la prima volta in assoluto l’Audi Polo Gold Cup, tappa di Milano, con i giocatori di polo più importanti e agguerriti di sei nazioni.

Una sfida in due gironi: Audi (capitano il tedesco Hannes Huehnlein), Ruinart (capitano Davide Dondena), e Hublot (capitano Edoardo Romeo), nel Girone A; Monte Carlo (capitano Rommy Gianni), U.S. Polo Assn. (capitano lo svizzero Andreas Krattinger) e Cortina Polo Style (capitano Allegra Nasi, con il più forte giocatore del torneo, il brasiliano Olavo Noaves) nel Girone B.

Appuntamenti alle ore 18 ed alle ore 20.30.

Poi, se tra un match e l’altro vi sentiste orfani dei tempi che furono, passate da La Rinascente. In città – e fino a domenica 16 – Milano Unica ospita On Stage, un gregge di pecore e la Campaign of Wool by Woolmark (qui tutte le informazioni). Tra i patrocinatori c’è anche il Principe Carlo d’Inghilterra… My gosh che Week ci aspetta in Milàn!